Sono Tiziano ed ho un salone di proprietà da 17 anni.

Il mio obiettivo da subito, è stato di essere uno dei migliori saloni della mia zona, per questo ho sempre frequentato corsi di formazione che mi formavano a livello tecnico. Quando però ho notato che non bastava solo essere bravo con le mani, ho cercato di trovare un corso di marketing che mi avrebbe permesso di proiettarmi nei saloni più top della mia provincia.

Tante aziende e tante agenzie si avvicinavano a vendere qualcosa, io non volevo qualcosa, io volevo un metodo. È come quandoho iniziato a correre, il primo giorno 5 km, il secondo giorno 7, il terzo giorno 10, quelli più vecchi di me, mi consigliavano cosa fare e come farlo, poi si inizia ad aumentare il passo, il primo mese a 6’ a km, il secondo a 5’45” a km, il terzo a 5’30” a km, ti senti un
leone perché si inizia a correre.

Quando inizi a frequentare le prime “garette” però, ti accorgi che c’è gente che non corre, ma vola (3’30” a km, 3’15” a km), e tu stai li a chiederti: ma come fa? Ho voluto anch’io essere tra quelle persone lì, e quando ho visto che c’era un metodo di allenamento, una tabella da rispettare, un percorso da seguire, a fine tabella, ho potuto constatare di saper “volare” anch’io (3’03” la mia miglior gara in pista).
Il metodo parrucchierepro è proprio come quella tabella lì, ti permette:

  1. di capire che ci sono dei diversi livelli nel fare marketing per il tuo salone;
  2. a quale di questi livelli di preparazioni ti trovi tu con il tuo salone;
  3. qual è il prossimo passo che devi fare per passare al livello successivo.

Questo io lo definisco “metodo di allenamento”.

È una cosa straordinaria!

Quando l’ho visto la prima volta ho capito subito dove ero posizionato io con il mio salone, quali erano le cose che già facevo, e soprattutto, ho capito quali erano le cose che dovevo fare l’indomani mattina nel mio salone.

Un metodo chiaro, una tabella da seguire, un percorso che ti guida verso la vetta dell’obiettivo prefissato.

Tra tante cose che ho visto di Lele, questa è una vera e propria “GENIALITÀ”.
Grazie Lele

Condividi su facebook